lunedì 5 dicembre 2016

Si riunisce la commissione mensa. Ci volevano i topi.



La commissione consiliare per la mensa scolastica è stata nominata fin dalle prime battute dell’attuale consiliatura. Vi fanno parte, oltre al Sindaco che la presiede e il funzionario competente per materia, un rappresentante di maggioranza, uno di opposizione e uno dei genitori. La commissione così costituita dovrebbe quindi rappresentare tutte le parti in atto nel processo di alimentazione dei bambini anche se manca la rappresentanza del personale, come dice il membro di minoranza, Endrio Pavoni del Movimento 5 Stelle. Resta però il fatto che la commissione, il quasi due anni e mezzo dalla nomina, non si è mai riunita.
La storia, per quanto ne registri la stasi, appare piuttosto travagliata, con il succedersi dei tre rappresentanti dei 5 stelle che si sono avvicendati in Consiglio Comunale ma, soprattutto, per le dimissioni del membro di maggioranza, quella Sara De Luca che si dimise in maniera piuttosto misteriosa da Consigliere Comunale dopo essersi data molto da fare per migliorare la qualità del cibo in mensa e aver trovato muri di gomma in ogni dove. La motivazione ufficiale delle dimissioni della De Luca è un blando “motivi personali” ma qualcuno vede delle relazioni tra le stesse e la sua presunta delusione per lo sforzo compiuto a favore della mensa. Attualmente il posto della De Luca è occupato da Laura Latini che, però, non ha profuso finora lo stesso impegno.
Domani, dopo due anni e passa, dicevamo, si riunisce finalmente la Commissione. Lo fa a seguito della tempesta che si è abbattuta sulla mensa negli ultimi tempi, tra topi, cibo cattivo (se non avariato), genitori inferociti per la qualità del cibo e un sopralluogo compiuto dallo stesso Pavoni che ha causato molti mal di pancia, compreso quello del Sindaco chiaramente espresso nell'ultima seduta del COnsiglio Comunale, e sicuramente non dovuti a cibo avariato, almeno in questo caso. Viene convocata a un orario insolito, le 17,00, che causerà senz’altro qualche difficoltà a dei consiglieri che a quell’ora lavorano.
Sul tavolo ci sono le problematiche che dicevamo sopra, e c’è una situazione poco chiara circa la diminuzione del numero degli utenti a cui non consegue una diminuzione della spesa né, tantomeno, un miglioramento della qualità di cibo e servizio. Una cosa che non quadra un granchè e che dovrà essere chiarita. C’è anche la relazione di Pavoni sul sopralluogo compiuto insieme alla rappresentante dei genitori, Laura Petrini e che ha rilevato elementi poco limpidi, come la presenza di alcolici. E anche su questo, c’è da scommetterci, ci sarà da discutere.

Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.