giovedì 23 febbraio 2017

Il Comitato “Buon Senso” e il capitolato di spesa per viale Gramsci

Visto l’imminente inizio dei lavori per il rifacimento di viale Gramsci e largo Conti, per il quale il Comitato Buon Senso raccolse, lo scorso anno, più di mille firme di commercianti e cittadini che chiedevano al Comune di Montegranaro di rivedere il progetto, e visto che, nonostante l’incipiente partenza del cantiere, ancora non sono stati sentiti i residenti e i commercianti, da cui consegue una sostanziale mancanza di informazione su cosa e come si andrà a fare, lo stesso Comitato si domanda se non sia logico e, appunto, di buon senso rivedere il capitolato di spesa per il progetto.
In effetti, dall’idea iniziale a oggi sembra vi siano stati diversi cambiamenti riguardo ai piani del Comune per viale Gramsci, cambiamenti dei quali, però, nessuno può dire di sapere qualcosa di certo fatta eccezione per i membri della Giunta. Nel frattempo, però, sono intervenuti diversi fatti gravi, primo fra tutti il terremoto che ha devastato il centro storico montegranarese costringendo le autorità alla chiusura di diversi edifici pubblici tra cui la chiesa di San Serafino. A questo punto i membri del Comitato Buon Senso si domandano se ancora esiste l’intenzione di lastricare il nuovo marciapiede di viale Gramsci con il travertino. Se così fosse, probabilmente sarebbe più logico e sensato, alla luce delle nuove problematiche urbanistiche che Montegranaro sta affrontando, utilizzare un materiale più povero ma ugualmente efficiente e risparmiare denaro che potrebbe essere utilizzato per la soluzione di queste problematiche. Il suggerimento appare più che sensato e mi auguro che qualche amministratori che, per puro caso, legga questo blog magari si sforzi di valutarlo.
                                      
Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.