lunedì 20 marzo 2017

Avvoltoi dal Pesarese. Boris Rapa chiede danno indiretto per Pesaro.



Pesaro e la sua provincia avrebbero subito danni indiretti dal terremoto che ha colpito la zona a sud delle Marche e dovrebbero essere risarciti. Lo sostiene il Consigliere Regionale di Uniti per le Marche, lista che agganciata al Presidente Ceriscioli. Secondo questo genio, le province più a nord delle Marche avrebbero subito danni dal sisma per via della diminuzione del flusso turistico conseguente, per cui chiede che la Provincia di Pesaro venga inclusa nelle zone cui vanno di diritto i risarcimenti dei danni indiretti come previsto dal decreto ultimo sul terremoto. Boris Rapa sta muovendosi con i parlamentari del PSI e presto proporrà, dice una nota, iniziative in Consiglio Regionale per sollecitare il Parlamento a includere la provincia di Pesaro-Urbino nel decreto. 
È un atto politicamente inqualificabile perché, conoscendo la situazione di stallo in cui giacciono le zone colpite direttamente, visto che il Consigliere Rapa siede tra i banchi della maggioranza regionale, piuttosto che muoversi perché vengano prese misure rapide per la soluzione delle tante, troppe problematiche in essere, questo lungimirante politico pensa a come portare soldi a casa propria, magari in funzione elettorale.
Ancora una testimonianza di come il nord delle Marche sia rappresentato da personaggi che non abbiano il minimo spirito unitario riguardo alla Regione ma che puntino soltanto a portare acqua al proprio mulino, in barba a un territorio che sta subendo un vero e proprio abbandono istituzionale. Bravo Rapa. Complimenti.
                                      
Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.