mercoledì 15 marzo 2017

Giardino in piazza, una buona iniziativa per il centro storico di Montegranaro.



A me l’iniziativa “Giardino in piazza”, prevista per il 18 e il 19 prossimi, è piaciuta fin dalla prima edizione, anche se non riscosse un grande successo. Va riconosciuto che, una volta tanto, l’idea va nella direzione della valorizzazione del centro storico senza snaturarlo, senza trasformarlo in qualcosa che non è e non può essere come avviene, purtroppo, con le discoteche estemporanee di Veregra Street. L’esposizione di piante e fiori trova una cornice degna nella piazza di Montegranaro, che finalmente va a svolgere la sua funzione di cuore della città, luogo di incontro umano e culturale.
Anche le iniziative collaterali si incastonano bene nell’idea, tra i laboratori del vivaista televisivo Alessandro Magagnini e il contest letterario per i ragazzi delle scuole, un modo per innalzare il livello culturale dell’iniziativa per i due giorni di chermes. Stavolta si va insieme alla fiera di San Giuseppe, ma sarebbe apprezzabile riproporre l’iniziativa in altri periodi, allo scopo di portare gente in centro.
Certo che occorrerebbe un centro più presentabile, e quest’anno più che mai la piazza ma, soprattutto, le vie al di sotto mostrano chiaramente il degrado del centro storico di Montegranaro, aggravato dagli effetti del terremoto, cosa alla quale va posto rimedio con urgenza. Bene quindi iniziative come questa a patto che camminino di pari passo a un progetto generale di recupero, progetto che, al momento, ancora non vediamo se non nelle dichiarazioni dell’assessore Beverati. Se diventeranno realtà lo scopriremo, intanto speriamo che, almeno per questa occasione, si taglino le erbacce e si dia una pulita generale anche al resto del centro storico. Perché la gente gira.
                                      
Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.