giovedì 23 marzo 2017

Nottataccia a Montegranaro: furto in profumeria, auto bruciate e raid in un palazzo.



Notte da Bronx nel cuore di Montegranaro, quella appena passata. È cominciata col noto incendio di un’autovettura in via Trivio, di fronte al ristorante Patrizia, incendio che sembra sia di origine dolosa e, di conseguenza, ben più preoccupante di quanto si pensasse inizialmente.
Nel corso della serata, in un palazzo di viale Zaccagnini, i residenti sono stati disturbati da schiamazzi, campanelli suonati a casaccio e tentativi di effrazione. Pare che degli sconosciuti si siano introdotti nell’androne del palazzo per poi passare in rassegna i vari appartamenti, suonando il campanello probabilmente per controllare se ci fosse gente in casa. Fortunatamente non è accaduto niente di più grave, ma anche questo episodio è davvero poco rassicurante.
Poco più giù, lungo viale Zaccagnini, è stata presa di mira la nota profumeria di Eugenio e Maria, negozio storico montegranarese, dove sono stati rubati numerosi oggetti di valore tra cui diversi flaconi di profumo. I ladri si sono introdotti nel locale tagliando i lucchetti della serranda, forzando la porta e anche un sistema elettronico anti-effrazione. Non si conosce esattamente l’ammontare di quanto rubato ma pare sia una valore importante. L'atto criminale ha tutto l'aria di essere il classico furto su commissione perchè i ladri hanno portato via solo la merce più costosa, sapendo esattamente cosa stessero facendo. Di fronte al locale c’è una delle telecamere di videosorveglianza. Vedremo se, in questo caso, sarà utile.
Insomma, una nottata da dimenticare per una Montegranaro che sembra sempre meno sicura e dove la gente è sempre più preoccupata. È un continuo crescendo di criminalità che sembra inarrestabile, e non si vede un modo per potersi proteggere adeguatamente. Serve sicuramente maggiore vigilanza e un controllo capillare del territorio, ma rimane il fatto che gli strumenti legislativi italiani si stanno mostrando sempre meno adeguati.
                                      
Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.