mercoledì 19 aprile 2017

Caditoie occluse. Penali non applicate. E il cittadino paga.



Poco tempo fa, su queste pagine, il capogruppo nel Consiglio Comunale di Montegranaro di SEL, Eros Marilungo, lamentava la mancata pulizia dei bagni pubblici montegranaresi che, contrattualmente, è a carico della ditta vincitrice dell’appalto per la raccolta differenziata. Marilungo denunciava il fatto che i bagni non erano affatto puliti, tutt’altro, e che questo avrebbe comportato l’applicazione delle penali previste dal contratto per inadempienza, penali mai applicate. Dopo la denuncia di Marilungo qualcuno si è precipitato a pulire i bagni pubblici che ora, pur rimanendo piuttosto indecenti, sono decisamente più puliti di prima.
Stesso ragionamento varrebbe per le caditoie, le chiaviche e le grate di raccolta acqua. In tutta Montegranaro sono occluse dallo sporco, dai sedimenti e dalla terra e non sono in grado di ricevere l’acqua piovana come dovrebbero. Questo comporta anche dei danni alle abitazioni. Contrattualmente la pulizia delle caditoie è a carico della stessa ditta che ha vinto l’appalto per la raccolta differenziata, che dovrebbe pulirle e renderle efficienti due volte all’anno. La ditta lavora a Montegranaro da poco più di un anno ma le caditoie sono tappate. Anche qui sarebbe prevista una penale che non viene applicata.
È quindi lecito domandarsi se qualcuno, del Comune, controlla queste cose. La ditta dovrebbe relazionare il proprio operato periodicamente, a quanto ne so, e il Comune dovrebbe controllare la veridicità di questi rapporti. A quanto pare qualcuno non fa quello che dovrebbe. A farne le spese, come sempre, i cittadini che sono privi del servizio previsto e che rimettono anche i soldi delle eventuali penali che, essendo soldi pubblici, sono, appunto, dei cittadini.

Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.