venerdì 14 aprile 2017

Cittadini incivili e amministrazione dormiente: miscela micidiale



In questo breve pezzo vi mostro tre foto scattate in via Cavallotti a Montegranaro. La prima è una panchina spaccata completamente. Le panchine non si spaccano da sole, quindi è pensabile che ci sia stato qualcuno che l’abbia fatto trovandolo normale e forse anche divertente.

La seconda mostra alcuni pezzi di travertino divelti dal marciapiede e spaccati. Anche il travertino non si spacca da solo, quindi anche in questo caso direi che c’è stato l’intervento di qualche buontempone che ammazza il tempo in questo modo.

La terza foto mostra un cartello di divieto di sosta, uno di quelli messi per informare il cittadino di quando passa la spazzolatrice e, quindi, del fatto che in quel periodo è meglio non sostare. Il cartello è piegato su se stesso e illeggibile. Sarà stato il vento? Forse, ma siccome tutti i cartelli di via Cavallotti come questo, posti a distanza di pochi metri l’uno dell’altro, sono piegati allo stesso modo, c’è da pensare che sia stato lo stesso spiritoso di cui sopra.
Sono episodi minimi, se vogliamo, ma ci mostrano due aspetti per i quali Montegranaro sta degradando velocissimamente. Il primo è la stupidità del cittadino incivile che non capisce che, danneggiando i beni pubblici, danneggia se stesso. Il secondo è la pubblica amministrazione che non fa nulla per arginare il fenomeno. Non usa le telecamere per individuare l’autore e sanzionarlo, non controlla, non fa sapere che chi si comporta così è fuori dalla società. In questo modo ci stiamo giocando tutto.

Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.