martedì 11 aprile 2017

Fermo provincia (senza) rotatorie. E quella della Mezzina va a farsi benedire. Montegranaro e Sant’Elpidio dormono.

Strade senza manutenzione, strade disegnate anni e anni fa e non più adatte a sopportare il traffico di oggi, strade pericolose; mentre si susseguono incidenti più o meno gravi, a volte luttuosi, nella provincia di Fermo, l’amministrazione provinciale piange miseria e denuncia l’enorme difficoltà a far fronte a una delle poche incombenze rimaste a carico dell’ente locale: la viabilità. Non ci sono soldi o, almeno, ce ne sono davvero pochi. In questa situazione si inseriscono le legittime istanze dei cittadini che chiedono più sicurezza, e lo fanno con l’unico strumento rimasto in mano loro, anche se poco efficace, anche se spesso ignorato dalle istituzioni: la petizione.
I cittadini chiedono sicurezza prevalentemente negli incroci, luoghi critici in cui si concentrano gli incidenti più gravi. Si chiede che vengano costruite nuove rotatorie, mezzo efficace pe ridurre la velocità e, di conseguenza, il numero e la gravità degli incidenti. Ecco allora che, in pochi giorni, partono raccolte firme in tutta la Provincia di Fermo: c’è una petizione per l’incrocio tra la strada delle Paludi e la Statale Adriatica, un’altra sempre per l’Adriatica nell’intersezione con Marina Palmense e Torre di Palme, un’altra ancora a Molini-Girola. Sono tutti teatri di incidenti frequenti e gravi e i comitati spontanei, giustamente, chiedono che vengano prese tutte le misure per limitare gli accadimenti.
C’è però un altro incrocio dove succedono incidenti gravi, a volte gravissimi, un incrocio dove solo l’anno scorso è stata persa l’ultima vita umana, una ragazza di Montegranaro nel fiore degli anni, una ragazza che ha perso la vita perché qualcuno, non importa, a questo punto, capire chi, non ha rispettato il semaforo. Mi riferisco all’incrocio tra la Strada Provinciale Elpidiense e la Mezzina, nel territorio di Sant’Elpidio a Mare. Un incrocio pericolosissimo, dove le auto sfrecciano veloci e capita spesso, troppo spesso, che qualcuno salti il semaforo, vuoi per incoscienza, vuoi per distrazione. E troppo spesso ci scappa l’incidente grave, troppo spesso fatale.
L’ex Presidente della Provincia di Fermo aveva preso l’impegno di costruirci una rotatoria quanto prima. Il nuovo Presidente non ne parla più. Le richieste di intervento di questo tipo, come abbiamo visto, sono tante e più pressanti, e questa rischia di passare in secondo piano. Del resto il punto è proprio questo: a Montegranaro e a Sant’Elpidio a Mare nessuno dice nulla, nessuno fa richieste, nessuno raccoglie firme. E i Comuni, che dovrebbero essere i primi a tutelare la vita e la sicurezza dei cittadini, tacciono. Conseguenza: ci sono buone probabilità che, semmai la Provincia trovi fondi per fare interventi sulla sicurezza stradale, sulla Mezzina ce lo possiamo probabilmente sognare.

Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.