giovedì 20 aprile 2017

Il mistero della lottizzazione “Rossi”. Fioriscono i mausolei in vita.



È un mistero il perché l’amministrazione comunale di Montegranaro punti tanto sulla riqualificazione della cosiddetta “lottizzazione Rossi”. È un mistero perché non se ne vede l’utilità. Si tratta di un’area al margine estremo di un quartiere, San Liborio, che sta vivendo drammaticamente un degrado impensabile qualche anno fa, quando era la zona residenziale più ambita di tutto il paese. Oggi San Liborio sembra quasi sia stato contagiato dal centro storico, tante sono le problematiche di ordine urbanistico e sociale che si stanno manifestando, aggravate da una carenza di manutenzione ordinaria ormai radicata. Eppure, nonostante siano molti gli interventi possibili e auspicabili nel quartiere, per non parlare degli altri quartieri come centro storico, appunto, e Villa Luciani, per i quali davvero nulla si sta facendo, anche oggi sulla stampa si ribadisce la volontà di investire un bel po’ di soldi per riqualificare un’area che, in realtà, è poco più che un campo incolto. E se prima si parlava solo di impianto sportivo, ora ci si riferisce al progetto come riqualificazione. Riqualificazione di che?
Il mistero si infittisce se si pensa che interventi in quest’area erano nel mirino del vicesindaco Ubaldi già quando era in amministrazione con Gianni Basso, interventi poi stoppati proprio dal Sindaco. Come mai, viene da domandarsi, tanta passione dell’avvocato per questa zona? Al momento non si capisce, ma pare che ogni membro della giunta Mancini stia cercando di crearsi un mausoleo in vita, qualcosa per cui venire ricordato dai posteri a imperitura memoria. Lo sta già facendo Perugini, con l’inopportuno marciapiedone di viale Gramsci, lo ha fatto Basso Quello Alto, con il nuovo Ecocentro e i bidoncini variopinti che ci ricordano di lui ogni santa mattina, e ora anche il vicesindaco pare voler riscuotere la sua parte di gloria da celebrare, con un’opera la cui utilità sfugge completamente da di cui i costi, anch’essi inopportuni, sono molto chiari. A questo punto c’è da preoccuparsi circa i mausolei in vita dei rimanenti assessori, anche se non pare stiano puntando, vivaddio, troppo in alto.

Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.