lunedì 24 aprile 2017

Nasce il Movimento "Rete Democratica". Comunicato stampa del referente per le Marche, Giovanni Battista Mariani




Il Movimento è un’associazione politico-culturale ed indipendente, democratico, multiculturale e multietnico in grado di offrirsi come luogo di partecipazione, di proposta, di elaborazione, di confronto, impegnato nella difesa della democrazia della vita, della pace, della libertà, dell’uguaglianza, della trasparenza, partecipazione, solidarietà e sviluppo sostenibile.
Il Movimento è un libero movimento politico- culturale formato da donne e uomini che intendono operare, nella società civile e nelle istituzioni per la piena affermazione dei valori rappresentati da: promozione della cultura della pace, della non violenza e della legalità, rifiuto della guerra, difesa dei diritti umani e civili, affermazione della piena parità tra individui, tutela delle minoranze e delle fasce deboli, affermazione del principio di solidarietà e rifiuto di ogni forma di discriminazione, razzismo e di nazionalismo, costruzione del pluralismo culturale e libertà nell’informazione, equità sociale e sviluppo eco-sostenibile, valorizzazione della sovranità e democraticità popolare nel cambiamento istituzionale.
II Movimento si riconosce nell'insieme delle grandi culture riformiste: della solidarietà sociale, del lavoro e della giustizia sociale, dell'economia di mercato, della libertà individuale e del buon governo, consapevoli che il tutto non può non passare attraverso il miglioramento, prima, e la risoluzione, poi, dei problemi delle categorie maggiormente in difficoltà, come giovani, pensionati, precari, disoccupati, riconoscendo il lavoro quale diritto fondamentale ed inviolabile. 
Gli obiettivi primari del Movimento sono finalizzati al raggiungimento di una concreta equità sociale, principio cardine per la costruzione di una società giusta e capace di tutelare i diritti di ogni categoria di cittadini. Il Movimento mira pertanto a mettere in atto provvedimenti e progetti volti a migliorare la condizione delle categorie maggiormente in difficoltà attraverso una serie di proposte concrete che permettano di impedire inutili sprechi che, inevitabilmente, finiscono per ripercuotersi sul mondo del lavoro a danno delle categorie sopra menzionate.
Il Movimento è fondato sul principio delle pari opportunità, e si impegna a promuovere attraverso azioni positive, l’obiettivo della parità tra i sessi negli organismi collegiali e nelle cariche elettive, in attuazione dell’art. 51 della Costituzione e nel rispetto dei trattati dell’Unione Europea che annoverano tra i principi fondamentali la parità tra donne e uomini.
Il 20/04/2017, ore 16,00 Roma, Via Santa Croce in Gerusalemme, 39 Soci fondatori creano il MOVIMENTO RETE DEMOCRATICA, esperiti i primi obblighi statutari quali l'insediamento del Consiglio Nazionale composto dagli stessi soci si elegge ad unanimità Segretario Nazionale il Dott. Rosario Giuseppe MELI e quindi la Segreteria Nazionale e gli organi previsti da Statuto.
L'intuizione nasce dalle ceneri del trascorso Movimento "GUARDIAMI AVANTI" e dalla rete associativa facente riferimento a vari sindacati autonomi. In attesa del congresso, che dovrà essere esperito entro il 31/12/2018, il referente nella regione MARCHE è il sig. MARIANI GIOVANNI BATTISTA (socio fondatore è già candidato Sindaco per il Comune di Montegranaro).
"Non siamo una meteora, non ci facciamo vedere solo sotto elezioni! dal 2014 lavoriamo sodo per far valere i diritti dei nostri concittadini nei confronti delle istituzioni, ecc.... stiamo vicini alla gente, il nostro lavoro, non è sui quotidiani, ma capillare tra le persone. La nostra più grande risorsa è il cittadino in tutte le sue sfumature sociali... siamo presenti giornalmente per risolvere in piena solidarietà tutti i problemi annessi.
"Non serve pubblicità, sponsor, ed altro.... serve il vostro aiuto, l'aiuto di tutti quello che vogliono cambiare e dare apporto costruttivo alla nostra società". La strada è tutta in salita, ma ce la faremo, siamo l'alternativa, siamo il popolo sovrano e da tale dobbiamo comportarci per il nostro futuro e quello dei nostri figli. Il primo banco di prova saranno le comunali del giugno prossimo e le Regionali Siciliane del prossimo ottobre.

Mariani Giovanni Battista

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.