lunedì 10 aprile 2017

Terremoto. Scoperto il motivo dello stallo nella ricostruzione.



Il cittadino “non ha più voglia di cimentarsi ogni 20 anni nel recupero della propria abitazione”, parola di Luca Ceriscioli, Presidente della Regione Marche, intervenendo a Camerino alla presentazione alla città di colui che curerà la sua ricostruzione, con calma e senza fretta, l’architetto Mario Cucinella. Il Presidente afferma di essersi trovato davanti a immobili danneggiati dal sisma con gli stessi tecnici che avevano provveduto al loro recupero nel ’97 e, secondo lui, la cosa è inaccettabile.
Non si capisce se sia inaccettabile che gli immobili siano stati danneggiati due volte in vent’anni o che a occuparsene siano gli stessi tecnici che lo fecero allora, con risultati giudicati dai fatti. Quello che si legge tra le righe, però, è che forse il Presidente Ceriscioli tiene ferma la ricostruzione da quando la terra ha tremato l’ultima volta e la Regione non ha fatto praticamente niente se non qualche guaio  perché, se la terra tremasse ancora tra vent’anni, cascherebbe giù tutto di nuovo. Non vale la pena.
Per chiarezza: trattasi di un pezzo sarcastico, prendete nota.

Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.