mercoledì 26 aprile 2017

Viale Gramsci impossibile per il pedone. Il sentiero spaccacaviglie e i pericoli che comporta.



Il “sentiero spaccacaviglie”, la parte ovest dei giardini di viale Gramsci, a Montegranaro, è un percorso costituito da pietre galleggianti sul prato molto irregolari e, per questo motivo, molto complicato da percorrere, specie per chi abbia qualche tipo di difficoltà deambulatoria. Diventa impossibile da utilizzare per carrozzine e disabili e, comunque, in caso di maltempo, diventa un pantano. Considerarlo un percorso pedonale valido è piuttosto azzardato e, quindi, quando rimane l’unico varco pedonale per raggiungere il centro di viale Gramsci provenendo da ovest diventa un bel problema.
Infatti, con la presenza del cantiere a monte, non c’è più alcun marciapiede per chi proviene da via Zoli o dal centro storico e vuole andare verso il centro del viale, per cui o si passa per il “sentiero spaccacaviglie” rischiando quello che si rischia, o si passa a bordo strada, sempre correndo grossi rischi. La situazione è, quindi, piuttosto complicata per il pedone. Sarebbe stato opportuno prevedere questi disagi e trovare una soluzione prima di allestire il cantiere.
Una volta terminati i lavori, comunque, il problema rimarrà, seppur parzialmente. Se è vero che sarà possibile passare sul marciapiede nuovo, a lato monte, dalla parte del giardino l’ingresso ovest imporrà comunque di passare per il sentiero, cosa che molti hanno sempre evitato per la scomodità, il rischio di farsi male e la possibilità di sporcarsi. Diventa quindi indispensabile rimuovere i sassi e creare un percorso liscio e percorribile senza disagi sia per il pedone che per chi abbia difficoltà motorie e deambulatorie. A quanto ne so, nel progetto di rifacimento del viale non vi è alcuna soluzione di questo tipo.

Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.