mercoledì 17 maggio 2017

Furto di un candelabro a San Liborio? Non è vero niente.

A Montegranaro le telecamere di videosorveglianza sono talmente efficienti da riprendere persino quello che non succede. Così accade che il Corriere Adriatico di stamane pubblichi la notizia di un furto che sarebbe avvenuto all'interno della chiesa di San Liborio. Secondo il giornale il ladro si sarebbe impadronito di un prezioso candelabro d'oro lasciando intoccata la cassetta delle offerte. Sempre secondo il giornale, il ladro sarebbe stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza e quindi facilmente identificato. Peccato che non sia vero nulla, o per fortuna.
A comunicarlo è lo stesso parroco don Sandro Salvucci che, sulla pagina Facebook di Veregra Up, l'organo di informazione multimediale dell'Unità parrocchiale montegranarese, pubblica la smentita alla notizia non senza una certa ironia. "Vabbè che siamo nell'era delle "post-verità" (ma perché non le chiamiamo semplicemente falsità?)" dice don Sandro "ma il sottoscritto parroco smentisce la notizia secondo la quale nella chiesa di san Liborio sarebbe avvenuto il furto di un candelabro d'oro (non ne possiede affatto!) o di altri oggetti."
Tiriamo un sospiro di sollievo per non dover aggiungere l'ennesimo furto alla lunga lista dei crimini che accadono a Montegranaro. E facciamoci anche una risata sull' eccesso di zelo che a volte spinge a racconti frettolosi.

Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.