venerdì 12 maggio 2017

Montegranaro, centro storico: prove di dialogo tra associazioni e Comune. Forse si apre una strada.



La pressione esercitata dall’unione delle tre associazioni che si occupano di centro storico, Arkeo, Il Labirinto e Città Vecchia, sta producendo i primi frutti, almeno potenziali. Dopo le aperture registrate nei mesi scorsi e lo stanziamento di una somma minima ma comunque significativa per far ripartire la progettazione, c’è stato un incontro molto interessante, mercoledì scorso, tra i rappresentanti delle tre associazioni, io per Arkeo, Simone Perticarini per Il Labirinto e Andrea Franceschetti per Città Vecchia, il Comandante della Polizia Municipale, Fannj Ercolanoni e l’Assessore Giacomo Beverati.
Nel corso dell’incontro, scaturito da una specifica richiesta delle associazioni e preceduto da una relazione delle stesse contenente alcune proposte di intervento specifiche, si è discusso in maniera molto costruttiva sulla progettazione da realizzarsi nel lungo periodo e sulla necessità di una visione di insieme che comprenda tutte le numerose sfaccettature che investono il problema generale del centro storico. Siamo di fronte alla possibilità di dare inizio di un percorso progettuale concreto nel quale le tre associazioni rivestono un ruolo chiave, sia in veste propositiva che di controllo.
Il Comune sta redigendo un apposito regolamento relativo al centro storico mentre si sta lavorando sul bando per l’incarico di progettazione. Nel contempo abbiamo chiesto e ottenuto la messa in campo di piccoli ma importanti interventi da realizzare nel breve e brevissimo periodo, tra i quali il ripristino e il potenziamento dell’impianto di illuminazione pubblica, al momento estremamente carente, la realizzazione della segnaletica orizzontale, specie per quanto riguarda i posteggi auto, e l’istituzione della ZTL nelle ore notturne. Molto importante è l’intento di progettare un controllo di vicinato per il quale stiamo già lavorando sulle modalità di realizzazione. Tutto questo dovrebbe portare immediati benefici sulla qualità della vita e sulla sicurezza del quartiere antico.
Ovviamente siamo in una fase embrionale, ma la disponibilità e l’apertura dell’assessore lasciano ben sperare, anche se la prossima partenza del Comandante Ercolanoni potrà creare qualche rallentamento sull’iter che si sta mettendo in campo. Le tre associazioni non smetteranno neanche un istante di esercitare ogni tipo di stimolo perché si possa andare avanti su questa strada, perché il centro storico non può più attendere oltre.

Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.