venerdì 30 giugno 2017

Scuola media. L’ira di Casenove. A rischio la sede dell’ISC?




Casenove, sindaco di Monte San Pietrangeli, è davvero infuriato e non lo nasconde. La situazione che descrive era palese ancor prima della sua manifestazione di disagio, con una scuola, in generale, staccata dal mondo genitoriale e una comunicazione istituzionale piuttosto anomala che vede molto spesso il Sindaco di Montegranaro sostituirsi alla dirigente nelle decisioni e la dirigente addirittura sostituirsi, almeno a quanto denuncia Casenove, al Sindaco di Monte San Pietrangeli. Legittime quindi le lamentele del primo cittadino del secondo Comune interessato dall’ISC che manifesta la volontà di migrare verso un altro istituto.
Il problema è che, se questo avvenisse, potrebbero esserci conseguenze anche per Montegranaro, sede da sempre dell’ISC, perché mancherebbero i numeri per mantenere quest’ultima. Si potrebbe quindi profilare l’accorpamento con un altro istituto che non significherebbe certo il mantenimento della sede dirigenziale. Una probabilità che va assolutamente scongiurata.
Mi auguro, quindi, che tutte le istituzioni in campo si adoperino per ricucire lo strappo col Comune di Monte San Pietrangeli, in primis la dirigente. Ma, ovviamente, anche il Sindaco di Montegranaro, sul lato politico, dovrebbe giocare la sua parte che non è di poco conto, cercando di trovare una soluzione che possa evitare lo strappo. Ovviamente anche il Consiglio di Istituto avrebbe un ruolo anche se, fino a oggi, lo abbiamo visto estremamente latitante su ogni questione. Speriamo bene.

Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.