martedì 6 giugno 2017

Ussita: assemblea per ripartire. Lanciare un messaggio di unità al commissario.



Il Comune di Ussita è senza sindaco, dopo le dimissioni di Marco Rinaldi, dimissioni rassegnate come forma di protesta forte contro una burocrazia cieca e, diciamolo, una politica incapace di organizzarla. Presto arriverà un commissario e Ussita si sta preparando, perché si ritiene, giustamente, che il primo approccio con il rappresentante prefettizio, che reggerà le sorti del Comune fino a nuove elezione, riassumendo in sé le funzioni del Consiglio Comunale e della Giunta, sia fondamentale. Per questo si è deciso di convocare un’assemblea cittadina, aperta a residenti e non residenti, per concordare un comportamento comune, che dimostri unità.
Ussita si presenta oggi come un paese disabitato, abbandonato. Questa è l'impressione che avrà, inevitabilmente, il Commissario all'atto del suo insediamento” si legge in un post pubblicato su Facebook col quale si avvisano i cittadini dell’iniziativa. “Dobbiamo fargli capire subito che in realtà c'è un popolo che freme per far rivivere prima possibile il Paese e che questo popolo ha le idee chiare sulle varie problematiche esistenti”. L’intento è molto importante e condivisibile, ma tutti sappiamo quanto sia difficile parlare in tanti con un’unica voce, specie quando i problemi sono tanti e passano dall’oggettivo al soggettivo seguendo, a volte, piccole sfumature.
Ma è giusto dare subito un’idea precisa al Commissario, perché egli rappresenta lo Stato ed è a quello Stato che bisogna presentare tutte le istanze finora rimaste disattese. “Dobbiamo cogliere l'occasione, l’ultima, per mettere da parte le vecchie divisioni e presentarci compatti, perché solo così potremo avere un peso sulle decisioni e sull'operato del Commissario. Un popolo unito, vigile e pronto a collaborare con l'Autorità, purché si vada verso la soluzione dei problemi e si esca da questa fase di stallo intollerabile”. Un’appello forte e accorato, al quale è indispensabile rispondere perché “è impensabile ed irragionevole che ognuno agisca per proprio conto”. Per questo si cercherà di creare una delegazione che rappresenterà gli Ussitani tutti davanti al Commissario. 
L’assemblea è fissata per sabato 10 giugno alle ore 16, in piazza dei Cavallari. In caso di pioggia ci si sposterà nei locali del ristorante La Mezzaluna. Forza Ussita, resta unita. È importantissimo.

Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.