martedì 18 luglio 2017

ADESIONE ALLA CONVENZIONE ONU SULLE DISABILITA': MOZIONE REGIONALE DELLA LEONARDI


LA CAPOGRUPPO DI FRATELLI D'ITALIA: OCCORRE CONCRETEZZA - RIPRISTINARE I FONDI PER L'ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE.

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Fratelli d'Italia
In discussione oggi in Consiglio Regionale una mozione sull'Adesione alla Convenzione Onu per i diritti delle persone con disabilità. L'atto dell'Assemblea Legislativa è stato ovviamente votato a favore anche dal Gruppo di Fratelli d'Italia – A.N..
L'intervento della capogruppo Elena Leonardi ha raggiunto il punto centrale del problema: l'assenza di fondi nazionali e regionali volti all'abbattimento delle barriere architettoniche. A tal proposito, proprio questa mattina la Leonardi, annunciandolo in Aula, ha presentato una mozione avente ad oggetto " eliminazione delle barriere architettoniche: oltre allo Stato anche la Regione non finanzia più i Comuni".
Nell'intervento la rappresentante del partito della Meloni ha evidenziato il fatto che oltre ai principì occorre essere pratici: la vera sensibilità è questa, quella pragmatica. Per la Leonardi occorre calarsi nella realtà quotidiana delle persone diversamente abili. Nelle cose concrete, nei fondi che aiutano questi soggetti, si misura la nostra capacità di politici e consiglieri regionali nell'avere concretezza, altrimenti si rimane sempre nella più completa astrattezza.
Nella sua mozione la Leonardi evidenzia il fatto che la Regione Marche dal 2014 non ha più contribuito con fondi propri al fabbisogno destinato ai comuni per l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati. Le domande che pervengono dalle categorie svantaggiate sono numerose – continua la capogruppo di Fratelli d'Italia - considerata anche la perdurante crisi economica e la mancanza di possibilità economica nell'intervenire con adeguamenti strutturali soprattutto in grandi condomini.
Leonardi ricorda che la Regione Marche, lo scorso febbraio, ha inviato ai comuni una nota nella quale si afferma che “ a tutt'oggi non sono disponibili risorse per la concessione dei contributi per l'eliminazione delle barriere architettoniche”. Nella medesima nota viene evidenziato il fatto che “ nel corso degli anni si è accumulato un fabbisogno regionale insoddisfatto superiore a 11 milioni di euro”.
Con la mozione annunciata e depositata oggi in Aula, la Leonardi chiede alla Giunta Regionale di attivarsi presso i Ministeri competenti un effettivo e celere impegno finanziario in modo da far fronte alle esigenze che pervengono dai comuni marchigiani, al fine del sostegno ai diversamente abili e alle loro famiglie per l'eliminazione delle barriere architettoniche. Si chiede inoltre di ripristinare, una volta terminata la ricognizione effettuata dal relativo Servizio Infrastrutture della Giunta Regionale, e tramite apposita Variazione di Bilancio Regionale, il relativo fondo quota parte regionale per il sostegno ai comuni relativamente all'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.