sabato 29 luglio 2017

Concerto della Mannoia completamente inaccessibile ai disabili. Il disappunto degli interessati.



Sono sconcertati, molti disabili, per il fatto che il concerto di Fiorella Mannoia previsto per domani nell’ambito di Risorgimarche non sia per loro accessibile in alcun modo. È una violazione della normativa nazionale e regionale, anche in funzione del fatto che la manifestazione e finanziata con fondi pubblici, ma è anche una contravvenzione della Costituzione e soprattutto una mancanza di rispetto notevole.
Non è il primo problema che si manifesta su questo argomento: ricorderete tutti il caso dell'uomo disabile a cui è stato impedito di giungere con mezzi propri in prossimità del luogo in cui si svolgeva il concerto di Paola Turci nonostante nel programma fosse scritto che la cosa fosse possibile. Ma ora la discriminazione si palesa in via ufficiale e questo, se prima c’erano stati mugugni e mal di pancia, ora sta facendo montare una vera e propria protesta.
Certo è che, se si organizza un evento, specie se finanziato e patrocinato dall’Ente Pubblico, questo debba essere pensato per darne fruibilità completa a tutti, non solo per una questione di rispetto e buon senso, ma anche perché lo dice la legge. Se il luogo in cui si pensa di fare l’evento non è adatto bisogna trovare un altro luogo. Ora ci sarà da vedere cosa risponderà l’organizzazione. Francamente mi aspetterei anche una presa di posizione di Fiorella Mannoia, sempre molto attenta alle tematiche sociali e che, quindi, dovrebbe mostrare una certa sensibilità per questo problema.

Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.