venerdì 21 luglio 2017

Marzia Malaigia, Lega Nord Marche, abbandona la seduta della Commissione sanità odierna. Quando saremo pronti a lavorare seriamente ci sarò.


All'inizio della seduta il consigliere della Lega Nord Marche Marzia Malaigia, chiede la parola per una dichiarazione “Vorrei fare delle considerazioni per manifestare il mio dissenso: quepllo che si è verificato martedì in aula è veramente inaccettabile, avvilente e vergognoso, perchè dopo quasi due anni di lavori in Commissione, sappiamo bene quali sono i problemi reali della sanità marchigiana tutta. 
Sull'accaduto di martedì scorso in merito ai 202 milioni di premialità per la sanità, io ed altri Consiglieri di minoranza abbiamo già spiegato in aula e con comunicati stampa la nostra contrarietà.
Sono amareggiata anche perchè i Consiglieri di maggioranza hanno fornito l'impressione di avere una funzione meramente gregaria rispetto alla giunta, ma quello che mi ha lasciato maggiormente sconcertata è che, e non è una critica alla persona,  il Presidente della IV Commissione non abbia nemmeno chiesto la parola al riguardo.
E questo la dice lunga sul peso che ha questa Commissione sui temi riguardanti la salute dei nostri concittadini.
Infatti nessuno era a conoscenza dell'atto, come già ribadito, e comunque i tanto sbandierati 202 milioni in più non sono reali risposte a quello di cui i cittadini hanno bisogno nell'immediatezza e che ogni giorno ci chiedono, con contatti diretti, messaggi e audizioni.
Da due anni in questa Commissione ho sempre sentito  dichiarazioni di impegno  per questa o l'altra problematica, a cui però raramente sono  seguite azioni concrete; i buoni intenti sono sempre condivisibili, ma restano parole vuote quando non producono effetti.
Sempre martedì scorso in Aula abbiamo approvato all'unanimità una mozione concernente l'adesione ai principi della convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità: quale momento migliore, avendone finalmente le risorse, per dimostrare ai presenti e a tutta la collettività che dalle parole si passava ai fatti?
Invece i suddetti “gregari” non hanno avuto il coraggio di mettere tre o quattro milioni  indispensabili per dare il minimo di assistenza dovuta alle categorie protette.
Alla luce di quanto sopra, al danno si aggiunge la beffa, quando viene sfoggiata dal Presidente Ceriscioli  l'ennesima slide propagandistica “Sanità 202 milioni in più”! (che poi dalla somma delle ripartizioni elencate i conti già non tornano perchè 39 milioni sono magicamente evaporati)”.   
Il Consigliere Marzia Malaigia lasciando l'aula conclude: “piuttosto che partecipare ad una seduta di una  Commissione di facciata preferisco dedicare il mio tempo ai cittadini che mi scrivono e mi telefonano.
Quando saremo pronti a lavorare seriamente, ci sarò”.
 
Marzia Malaigia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.