domenica 13 agosto 2017

Falcucci, il vittimismo e l'irresponsabilita. Quando un sindaco si allontana dai cittadini.

Mauro Falcucci, sindaco osimano di Castelsantangelo Sul Nera, ha sempre faticato a capire le reali necessità dei sui amministrati. Lo ha evidenziato opponendosi, ormai mesi fa, al progetto di "Tutti agibili per un giorno", concorde con il vescovo di Camerino per cercare di rendere le cose difficili per un'iniziativa che era solo positiva. Poi ha cercato di portarsi a casa la sede dell'ente parco a danno della vicina Visso, pochi giorni dopo aver firmato un protocollo di solidarietà tra i comuni dell'alto Nera. 
Oggi, dopo l'editto pubblicato su carta intestata del suo Comune ma senza uno straccio di firma, dopo che quella carta è stata sconfessata dallo stesso assessore Sciapichetti che ha dichiarato di non avere intenzione di togliere il bagno pubblico dall'area camper dove risiedono gli irriducibili di Castelsantangelo, notoriamente poco simpatici al sindaco, se ne esce con una dichiarazione in cui definisce irresponsabili i cittadini di Castelsantangelo che hanno dichiarato di non volere politici in paese per le celebrazioni dell'anniversario del terremoto. Dove il sindaco trovi l'irresponsabilità è un bel mistero. 
Ma, non pago di ciò, Falcucci calca la mano e accusa gli stessi di "ingannare l'opinione pubblica con vittimismi fuori luogo". A questo punto viene da chiedersi da che parte stia Falcucci. Il cartello affisso nell'area camper è scritto su carta intestata del Comune che lui presiede, così come le accuse rivolte a quei cittadini che non accettano la politica fin qui adottata da Regione e Stato provengono direttamente dal primo cittadino. 
Mi pare evidente che si sia aperta una frattura profonda tra i cittadini di Castelsantangelo sul Nera e il loro sindaco. Credo che a questo punto il primo cittadino debba trarre le dovute conclusioni e, a prescindere dai meccanismi della politica cittadina, riconoscere che la fiducia dei propri amministrati cominci a decadere. Le dimissioni di un sindaco in situazioni di emergenza non sono mai una cosa positiva. Ma se il sindaco continua a remare in direzione opposta a quella che i cittadini indicano in maniera inequivocabile, la responsabilità dell'uomo intelligente deve portare a conclusioni ben precise. Decida, Falcucci, se stare con i propri cittadini oppure tornarsene a Osimo.

Luca Craia

Errata corrige: Mauro Falcucci risiede a Fano e non a Osimo.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.