lunedì 7 agosto 2017

Piazzale Oppeano e il Gran Canyon: cade un ospite della casa di riposo.



Piazzale Oppeano, a Montegranaro, non vede una macchina per fare l’asfalto dai tempi dei dinosauri. Ce se ne può rendere conto con uno sguardo: ci sono voragini che sembrano il Gran Canyon e su qualcuno, distrattamente, ci mette un piede dentro, è molto probabile che diventi paziente di qualche ortopedico. Se poi, a finirci dentro, è uno degli anziani ospiti della casa di riposo, magari le conseguenze potrebbero essere molto più gravi.
Mi hanno raccontato, e lo prendo per vero anche se, come al solito, aspetto la sequenza di smentite con relativi insulti allegati, visto il clima sereno in cui si discute e ragiona a Montegranaro, che appunto un ospite della casa di riposo, che si muove grazie all’ausilio di un deambulatore, ci sia finito dentro e che una ruota del suo ausilio si sia impuntata sul ciglio del Gran Canyon. Il risultato è che l’anziano sia andato a faccia avanti e non sia finito in terra solo perché lo stesso deambulatore ne ha impedito la caduta.
Ecco, magari spendere qualche spicciolo per chiudere le buche in piazzale Oppeano potrebbe essere un’opera pubblica apprezzabile e, tutto sommato, economica, anche viste le faraoniche mire dell’Amministrazione. Qui non serve il travertino, basta del semplice asfalto.

Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.